Notizie
29.11.2018

MF racconta Promemoria

Un interessante articolo analizza l'azienda

Promemoria su Milano Finanza

MF Milano Finanza è uno dei nomi più importanti nell’editoria giornalistica a tema economico-finanziario del panorama italiano.
La testata ha deciso di dedicare uno spazio a Promemoria all’interno del Rapporto Arte a cura di Gian Marco Giura con la collaborazione di Emanuele Elli.

Di seguito il testo completo dell’articolo:

Se la parola «archivio» evoca nell’immaginario comune qualcosa di poco attuale e un po’ polveroso, c’è chi è riuscito a rinnovarne il significato aiutando le aziende a trasformare il proprio patrimonio storico e artistico in un bene strategico in termini di ritorno economico e di immagine.
Si tratta di Promemoria, realtà nata a Torino sette anni fa che si avvale di una squadra diversificata di una quarantina di professionisti con l’obiettivo di assistere le aziende nel recuperare, selezionare e convertire gli archivi fisici in digitali, secondo un percorso personalizzato.

«Ciò che ci distingue è un’offerta non solo di supporto tecnico ma a 360 gradi, per aiutare il cliente a valorizzare «quello che ha in casa» ma che spesso non è neppure ben conosciuto perché rimane celato nella normale operatività quotidiana», spiega Andrea Montorio, a.d. di Promemoria.
«Una volta analizzato il patrimonio esistente, effettuiamo la proposta di un progetto pilota, che in media dura un anno, e che può riguardare l’intera struttura dell’archivio o una sua porzione ritenuta più significativa». Si procede quindi alla digitalizzazione dei documenti, delle foto, degli oggetti e delle opere costruendo, attraverso una piattaforma software proprietaria, dei «caveau digitali» che consentono di raccogliere e catalogare quanto disponibile e di renderlo facilmente fruibile online. «Il passo successivo, molto importante, è rappresentato dalla valorizzazione e in questa fase proponiamo attività di marketing e comunicazione adeguate, nonché eventi finalizzati al rafforzamento dell’identità del marchio», continua Montorio.

«Il nostro punto di forza e di unicità è dato dal fatto che all’interno della società integriamo competenze variegate e il project manager è affiancato in modo interdisciplinare da archivisti, architetti, curatori, informatici, videomaker, specialisti della comunicazione affinché ogni aspetto del progetto sia sviluppato in dettaglio». Fra i clienti di Promemoria ci sono Intesa Sanpaolo, Poste italiane, Technogym e numerosi marchi della moda fra cui Versace, Loro Piana, Emilio Pucci. L’azienda ha lavorato anche all’apertura dell’archivio e museo Lavazza nella sede della «Nuvola» di Torino, mentre a Milano ha digitalizzato l’archivio di Fiera Milano, che in questi giorni è presentato con una mostra suggestiva in Triennale. Per mettere in connessione la contemporaneità con la cultura d’impresa Promemoria ha poi sviluppato il progetto Punctum. L’iniziativa coinvolge giovani artisti che, dopo aver approfondito la conoscenza di alcuni fondi fotografici aziendali, restituiscono l’esperienza compiuta attraverso la creazione di un’opera d’ arte ad hoc. Fra le realtà coinvolte nelle passate edizioni di questo format ci sono stati l’Archivio storico della Compagnia di San Paolo e quello di Italgas. (riproduzione riservata)

Notizie
15.03.2019

Il nuovo hub di ricerca del Novecento

19.02.2019

La nuova partnership tra BonelliErede e Promemoria

11.02.2019

Archivio Magazine, gennaio 2019: Stack, Reading Room e Fondazione Prada.